O’ Munaciello… tra storia e leggenda

SABATO 24 GIUGNO
ORE 17.00

Alla scoperta dei segreti della Napoli di una volta.

app. presso Museo del Sottosuolo Piazza Cavour,140 – lato interno dei giardinetti – Metro 2

Lì sotto, settant’anni fa, il fragore delle bombe arrivava smorzato. Ma sopra, in superficie, era l’inferno. I bombardieri alleati avevano preso di mira Napoli, sventrandone case e palazzi. E la gente trovava scampo rifugiandosi nelle viscere della terra. Ci troviamo a venticinque metri di profondità, nel sottosuolo di piazza Cavour. In quel dedalo di cunicoli e cave di tufo, sfruttando le cisterna dell’acquedotto greco-romano, negli anni della Seconda Guerra Mondiale vide la luce uno dei più noti rifugio anti-aereo di tutta la città: un posto frequentato da migliaia e migliaia di napoletani. Ebbene, nello stesso luogo, a distanza di oltre mezzo secolo, grazie all’iniziativa e al desiderio del presidente del Centro Speleologico Meridionale, Clemente Esposito, di voler condensare, in un unico ambiente, quanto il patrimonio ipogeo naturale ha da offrire al pubblico, è stato ricavato il Museo del Sottosuolo di Napoli: un sito altamente suggestivo, in cui si condensano secoli di storia made in Partenope.
Ad aiutarlo e a sostenerlo, in questa di cile opera, tanti amici e volontari tra cui Luca Cuttitta, attuale gestore della struttura museale. E attraverso la loro opera e quella delle guide messe a disposizione che, le meraviglie celate nel ventre di Neapolis possono mostrarsi al pubblico.
‘O Munaciello Una tra le leggende più radicate a Napoli, si racconta che uno spiritello piccolo e deforme si aggiri tra gli antichi palazzi. Il Munaciello, questo è il suo nome, ha una natura duplice: gentile con qualcuno, dispettoso con altri, le origini della leggenda sono raccontate dalla penna della grande scrittrice napoletana Matilde Serao. In Leggende Napoletane la scrittrice lo disegna come il figlio deforme di un amore infelice tra persone di ceti troppo lontani per stare insieme, dalla triste storia di questa relazione nacque una creatura deforme che il popolo allontanava, convinto che portasse mala sorte. La visita vi proietterà in un viaggio nel ventre di Napoli, che partendo dalle origini Greche della città, arriverà a far respirare le ansie e le speranze di centinaia di persone che durante i bombardamenti della seconda guerra mondiale, lì sotto trovarono rifugio.
Nessuna gura più di quella del Munaciello potrebbe meglio condurre i visitatori attraverso gli stretti antri del Museo del Sottosuolo.
Al termine sarà servito un gustoso Aper – Munaciello


Quota di partecipazione: Euro 10,00
La quota comprende: visita guidata del Museo del Sottosuolo in compagnia del Munaciello e aperitivo sotterraneo in una delle grandi cavità del Museo.

È possibile effettuare il pagamento anche a mezzo bonificobancario coordinate: BNL Ag.3 Cod.
IBAN IT32H0100503403000000000662 intestato a ASSOSTATO.

info: Via Cervantes 55/5 – 80133 NAPOLI tel. 081 551 8735

O’ Munaciello… tra storia e leggenda